Storie di donne ribelli

Il 18 ottobre 2016 Earth Riot ha fatto visita alla scuola media Bartolini di Vaiano (Toscana) dove, grazie a l’interesse di alcuni professori, è stato possibile tenere un intervento su globalizzazione e multinazionali, fornendo una panoramica completa sulle dinamiche di dominio ambientale, animale e sociale elargite dal sistema e sull’influenza che le scelte quotidiane possono avere su questi processi di sfruttamento.
Oggi vogliamo segnalarvi uno dei lavori realizzati dai/dalle ragazz* di questo istituto, donne ribelli: da Louise Michel a Frida Kahlo passando per il movimento delle suffragette, una panoramica su quelle lotte che hanno cambiato il corso degli eventi e che ancora oggi ispirano e devono ispirare le espressioni di resistenza.donne ribelli

Questo blog nasce come strumento didattico e divulgativo, all’interno del progetto trasversale “Storie di donne ribelli”, che ha visto protagonist* ragazze e ragazzi della classe III B (a. s. 2016-2017) della scuola secondaria di primo grado “Lorenzo Bartolini” di Vaiano (PO). L’obiettivo che ci siamo post* è stato quello di analizzare le dinamiche storiche da una prospettiva di genere, cercando di dare una lettura dei cambiamenti avvenuti all’indomani della Seconda Rivoluzione Industriale a partire dall’esperienza ideale e materiale di alcune donne, in gran parte militanti politiche, che hanno contribuito in maniera evidente a ridisegnare un modello di società che le vedeva spesso doppiamente discriminate, in quanto donne e in quanto facenti parte, nella gran parte dei casi, delle classi sociali subalterne. Proprio a partire da una riflessione sulle discriminazioni, passate e presenti, sarà possibile intessere una rete di collegamenti in modo da evidenziare il ruolo avuto, sia nella micro che nella macrostoria, da quella metà dell’umanità che viene spesso sottovalutata dalla storiografia ufficiale. Il progetto ha una sua vocazione trasversale sia nei contenuti che nella metodologia di lavoro e deve essere inteso come aperto ed in continuo divenire, con uno sguardo aperto al presente. Gli articoli e gli altri materiali presenti all’interno del blog sono frutto del lavoro e dell’impegno di ragazze e ragazzi, sia in forma individuale che collettiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.